Numeri da capogiro!

Nel primo numero di Highlights del 2019 vi abbiamo parlato di un nastro modulare da record: largo 12 metri e lungo 10 è stato il nastro modulare più largo mai prodotto da Habasit.

Tuttavia Habasit è detentrice di moltissimi record, ma uno degli ultimi è davvero speciale: ha infatti fornito ad uno stesso cliente il nastro numero 100.000 per una singola applicazione.

Stiamo parlando del cliente Fives Intralogistics S.p.A., società fondata più di 60 anni fa con sede a Lonate Pozzolo in provincia di Varese, a pochi km dall’aeroporto di Milano Malpensa che progetta e installa soluzioni complete chiavi in mano per l’automazione del flusso di materiali all’interno di magazzini industriali, di terminali postali o di centri di distribuzione pacchi nel settore dell’intralogistica.

Dal 2007 fa parte del gruppo multinazionale Fives con oltre 200 anni di attività nell’ingegneria industriale. Il gruppo ha sede centrale a Parigi e dispone di una rete di 100 filiali in 30 paesi con un organico di circa 8700 dipendenti.

Le soluzioni innovative della società Fives Intralogistics S.p.A. sono progettate e sviluppate all’interno dell’azienda e si basano su tecnologie all’avanguardia prodotte in Italia.

Fives Intralogistic S.p.A. si affida ad Habasit da circa 15 anni per la fornitura di nastri che vengono implementati sulla propria macchina smistatrice, il cross belt sorter inventato negli anni 80, che rappresenta ancora oggi, dopo 30 anni, lo stato dell’arte tra i sistemi di smistamento ad alta velocità.

Il nastro fornito da Habasit è il SAW-5E in PVC con superfice a piramide negativa che riesce a raggiungere il giusto compromesso tra una superficie adesiva e buon rilascio del prodotto.

Ma come funziona un parcel distribution center automatizzato?

I pacchi arrivano al centro su camion o per mezzo di aereoplani e vengono scaricati per esempio con nastri telescopici e poi trasportati con convogliatori a nastro orizzontali e/o inclinati in un flusso non ordinato (bulk flow). Successivamente, il singolarizzatore della Fives Intralogistics trasforma il flusso disordinato in una sequenza di oggetti allineati e distanziati e mentre la velocità aumenta, i pacchi vengono identificati da stazioni di lettura ovvero scanner di barcode, misuratori di volume e bilance. I convogliatori a nastro sono connessi alle stazioni di introduzione anch’esse composte da nastri spaziatori e di lancio che sincronizzano la velocità dei pacchi con quella del cross belt sorter, e trasferiscono i singoli pacchi su ognuno dei carrelli che compongono la macchina. Il cross belt sorter è una sorta di “treno” i cui vagoni sono i carrelli. Sui carrelli sono montate delle celle munite di nastri trasportatori (cross-belt) che, lavorando in modo autonomo, trasportano i pacchi fino all’uscita assegnata e prenotata dal software sulla base della loro destinazione e dei dati rilevati dalle stazioni di lettura. I pacchi vengono quindi scaricati in scivoli o contenitori per essere poi nuovamente caricati su altri mezzi e portati in diversi centri di distribuzione locali o direttamente al destinatario finale.

Gli impianti progettati da Fives hanno dei numeri da capogiro: sono in grado di trasportare fino a 100.000 colli l’ora del peso massimo di 80 kg.

Abbiamo parlato con il signor Carlo Garavaglia, Manufacturing Purchasing Manager che ci ha raccontato di più su Fives. In particolare, ci ha raccontato che dal 2006 ha iniziato a tenere traccia delle celle prodotte, finchè nel 2018 ha notato che si era arrivati alle cella 100.000. Così ha subito pensato di non montarla ma di chiedere ad Habasit una speciale marcatura a laser per poterla poi esporre in azienda.

“La cella è come una mamma è un oggetto che ti prende e ti porta verso il futuro” dice Carlo, che ha poi presentato la 100.000esima con orgoglio in occasione di un evento aziendale.

Ma i record non finiscono qui, se di norma Habasit fornisce a Fives 10.000 nastri per altrettante celle all’anno, nel 2018 i nastri sono stati 22.000!

Carlo ci dice di essere molto soddisfatto del rapporto con Habasit. I loro tecnici si interfacciano con i commerciali e gli Application Engineer Habasit creando un’ottima integrazione tra le due aziende. Fives è molto soddisfatta della reattività di Habasit, ogni volta che c’è un problema si riesce sempre a trovare una soluzione in tempi brevi.

Il nastro pur avendo un impatto economico inferiore all’1% in un impianto Fives, si rivela ancora una volta fondamentale per il funzionamento di un processo.

Habasit è uno dei pochi fornitori di nastri e cinghie in grado di fornire soluzioni complete per la movimentazione generica di materiali. L’offerta spazia dai tradizionali nastri in tessuto alle catene e nastri modulari in plastica, fino alle cinghie dentate, assicurando sempre la soluzione ottimale per qualsiasi vostra applicazione.

Per saperne di più sui nastri usati nell’industria di Materials Handling visitate la nostra pagina dedicata: www.habasit.com/it/movimentazione-materiali-aeroporti.htm

Chiara GobittiMarketing

caricamento del sito

attendere prego...

HIGHLIGHTS / archivio

HABASIT HIGHLIGHTS / select location

Habasit